Home Economia Il retail italiano trainato da cibo, moda e intimo
Il retail italiano trainato da cibo, moda e intimo

Il retail italiano trainato da cibo, moda e intimo

0
0

L’economia italiana del commercio è trainata dal franchising e dall’internazionalizzazione. Questa è la realtà fotografata dalla ricerca ‘Italian Style’ presentata da Confinprese al Retail Summit di Cernobbio, la quale ha dimostrato che nel corso dello scorso anno il retail ha raggiunto il valore di spesa di 900 miliardi di euro e si propone di crescere con un andamento del +2.3% in previsione del 2020.

Quali sono i settori trainanti? Di base si tratta del food, con il 31.3%, del fashion con il 7.2% e dell’intimo, con il 6.3%. Questi tre settori sembrano quindi essere il volano di un’economia del commercio frastagliata, che ha visto ancora una volta emergere il franchising, considerato un vero e proprio traino per l’occupazione dei giovani.

I dati parlano chiaro, perché il 26% di chi opera nel franchising ha un’età compresa fra il 25 e i 35 anni e il restante 61% non supera i 45 anni. La previsione al termine del 2016 è di chiudere la stagione con un totale di 10mila posti di lavoro in più, a seguito di una stima di 2mila nuove aperture.

I settori del fashion, quindi la moda e il cibo si sono quindi dimostrati i più trainanti, anche per quanto riguarda l’occupazione femminile con un passaggio di donne occupate dal 27.2% del 2008 al 33.3% registrato nel corso del 2015.

Cosa spinge il commercio retail nel paese? Di base si tratta delle richieste che arrivano dall’estero, con l’apertura di oltre 500 punti vendita fuori dai confini nazionali. A conti fatti si tratta di una crescita del +35% e tra i settori più richiesti e attivi vi sono ancora una volta il food e la moda.

Quali le sfide per il futuro? Il retail sta facendo i conti con la digitalizzazione dei servizi e con l’apertura massiva degli shop on line. Ecco perché i grandi gruppi di franchising si stanno adoperando per avere un buon corrispettivo in rete, l’unica arma che può servire per acquistare con lo stesso prodotto due facce della stessa medaglia, il pubblico reale e quello virtuale.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *