Home Economia Nestlé: inizia l’era del post zucchero?
Nestlé: inizia l’era del post zucchero?

Nestlé: inizia l’era del post zucchero?

0
0

Cioccolato con il 40% di zucchero in meno, ma con lo stesso sapore appetibile, che sa conquistare e rendere felici i bambini di tutto il mondo. Questa è la mission dichiarata dall’azienda Nestlé, che si è proposta di raggiungere entro il 2018 e che ora si prospetta molto più vicina e attuabile, grazie alla comunicazione della multinazionale, che ha dichiarato di avere compreso come strutturare lo zucchero in modo diverso per poterne aggiungere minori quantità nei prodotti dolciari.

Nestlé conta attualmente 335 mila dipendenti in tutto il mondo e annovera 2000 marchi nel suo portafoglio. La tecnica elaborata dalla multinazionale svizzera si basa sulla scioglievolezza del prodotto, ovvero ‘mira ad ingannare’ positivamente i consumatori, offrendo una sensazione di dolcezza immediata che compensa al palato la minore quantità di zucchero contenuta complessivamente nei dolci proposti.

Nestlé sta quindi brevettando questo sistema e sarà, secondo i portavoce, pronta ad avviarlo entro il 2018, applicandola a tutta la filiera della pasticceria. Questa scelta si lega alle richieste che arrivano da diversi stati e che interessano la necessità di ridurre gli zuccheri industriali per contrastare l’obesità infantile, un problema di salute spinoso e che si propone sempre più diffuso fra i bambini del mondo. Il minore acquisto di zucchero potrebbe aiutare a risolvere, seppur parzialmente questo problema, ma si tratterebbe anche di un giovamento non da poco per quanto riguarda le casse della multinazionale elvetica, che vedrebbe ridurre esponenzialmente i costi per l’acquisto della dolce materia prima.
Attualmente Nestlé acquista lo zucchero in diversi paesi del mondo, su tutti Brasile, Messico e India, ma anche in altri stati quali le asiatiche Malesia, Thailandia e Indonesia e l’Australia. Una porzione di zucchero non indifferente viene inoltre fornita dalle società europee che si occupano di raffinarlo. Ma quanto zucchero contengono le merendine e gli snack Nestlé attualmente? Molto secondo i dati e applicando il brevetto di nuova generazione la quantità potrebbe dimezzarsi o, perlomeno, arrivare al 40% del contenuto globale.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *