Home Economia Electrolux: in arrivo lo sharing della lavatrice stile Uber
Electrolux: in arrivo lo sharing della lavatrice stile Uber

Electrolux: in arrivo lo sharing della lavatrice stile Uber

0
0

Fare il bucato è una faccenda di casa che viene spesso fata di fretta, soprattutto se la famiglia è popolosa. Se non si ha tempo o voglia di lavare i panni il problema potrebbe essere presto risolto, grazie al vicino di casa o alla persona di riferimento del quartiere. Si tratta di una condivisione degli elettrodomestici, che segue il filone della buona sharing economy e che, in questo specifico caso, interessa l’universo delle lavatrici e delle asciugatrici. A pensare a questa forma di condivisione ci ha pensato l’azienda svedese Electrolux, che sta pensando più che seriamente di lanciare un servizio molto simile a quello proposto da Uber nel settore dei trasporti.

Chi possiede una lavatrice potrebbe dividerla con gli altri, fare il bucato al loro posto e quindi guadagnare o arrotondare lo stipendio, proponendo costi abbordabili e meno impegnativi rispetto alla lavanderia, nonché una socialità che si propone come la base della felice sharing economy del giorno d’oggi. A dichiarare gli intenti dell’azienda svedese di elettrodomestici ci ha pensato il nuovo amministratore delegato di Electrolux Jonas Samuelson, che ha comunicato di avere già programmato per bene il progetto e di essere attualmente nella fase di superamento dei problemi logistici che potrebbero rallentarlo.

L’Ad ha dichiarato l’intento aziendale, ovvero la volontà di verificare per che motivo una lavatrice resta per molto tempo inattiva, perché questo spazio di tempo possa essere impiegato a fini della condivisione. Il progetto si basa quindi sul recupero e sul monitoraggio, perché alla base vi è sicuramente il concetto della smart home. I problemi da risolvere guardano alla cura dei capi, perché è lo stesso Ad interrogarsi su cosa potrebbe accadere se gli indumenti venissero rovinati in fase di lavaggio. Il suo compito è, ora, quello di pensare alle possibili soluzioni e di integrare la smart home al concetto di condivisione degli elettrodomestici, una prospettiva che fa gola a molte società del settore e che potrebbe, a conti fatti, rappresentare il futuro della società del domani.

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *